GURUJI-BIG Paramahamsa

“Il maestro che ha illuminato di luce divina i nostri cuori”

Dopo l’addio terreno di Pattabhi Jois avvenuto il 18 maggio scorso, un altro grande maestro contemporaneo,  Swami Satyananda Saraswati, il 5 Dicembre 2009 è passato in Mahashamadi.

Per il suo grande impegno spirituale, Swami Satyananda è stato riconosciuto in vita con il titolo d’onore spirituale di Paramahamsa,  dato solo a mastri Induisti di grande livello i quali si ritiene abbiano ottenuto l’illuminazione.

Nato nel 1923 ad Almora una cittadina ai piedi dell’Himalaya, a sei anni aveva già manifestato esperienze piscospirituali. All’età di diciannove anni, incontrò a Rishikesh il suo Guru, Swami Sivananda Saraswati che lo condusse sul sentiero della verità.

Swami Sivanada lo iniziò all’ordine Dashnami, corrente mistica che giunge direttamente da Adi Shankaracharya, grande maestro e riformatore dell’Induismo moderno.

Dopo dodici anni passati a imparare le tecniche yoga accanto al suo guru, trascorse un periodo di nove anni viaggiando per il continente Indo Asiatico come Parivrajaka. Durante questi anni di pellegrinaggio, incontrò numerosi yogi e saggi che lo arrichirono di conoscenza.

Nel 1956 fondò l’International Yoga Fellowship Moviment, nel 1963 la prestigiosa Bihar School of Yoga, negli anni seguenti la Sivanada Math e la Yoga Resarch Fundation.

Paramahamsa Satyananda è stato una delle massime indiscusse autorità dello yoga e del tantra, nonché autore di più do 80 testi su questi argomenti.

Swami Satyananda Saraswati è il padre indiscusso dello Yoga Nidra che aveva ideato attraverso i suoi studi sull’antica pratica tantrica del Nyasa. La pratica di Yoga Nidra porta al rilassamento delle tensioni fisiche, mentali ed emozionali dell’individuo, rigenerando l’energia fisica e mentale.

Dal 1988 scelse di vivere appartato in meditazione a Rikhia. Solamente negli ultimi anni aveva deciso di concedere i suoi insegnamenti per un solo mese all’anno a discepoli e ricercatori di tutto il mondo.

Il seguente video ricorda il Paramahamsa mentre recita per noi il Maha Mrityunjaya Mantra

Lo ringrazieremo e lo ricorderemo per sempre nei nostri cuori, per il suo immenso e grandioso lavoro nella divulgazione delle scienze yogiche, per il grande bagaglio spirituale che ci ha tramandato  e per averci trasmesso quella forza di vivere ogni giorno con grande gioia ed integrità.

Om Tat Sat